Statuto

ASSOCIAZIONE “WE FEEL GREEN!”

STATUTO

Articolo 1 DENOMINAZIONE
E’ costituita, in Verbania, a tempo indeterminato, l’Associazione (WE FEEL GREEN!) la diffusione del vivere sostenibile, del consumo critico e consapevole, del benessere naturale, della decrescita felice e altre economie possibili, aperta a relazioni, collaborazioni, sviluppi ed esperienze nel territorio in cui ha sede e sul territorio nazionale, ed internazionale con enti, istituzioni, altre Associazioni e in generale con chiunque possa contribuire al raggiungimento degli scopi di WE FEEL GREEN!.

Articolo 2  GLI SCOPI
L’Associazione è senza fini di lucro, non confessionale e apartitica. Essa intende operare in modo prevalente attraverso le prestazioni dei propri aderenti ed il contributo di soggetti pubblici e privati che si riconoscano nelle iniziative promosse e nei seguenti suoi scopi:

a) promuovere la sostenibilità, i principi del consumo critico e consapevole, le pratiche virtuose del benessere naturale e uno stile di vita incentrato sul rispetto della natura, dell’ambiente e dell’ecosistema, e la preservazione delle  risorse del pianeta.
b) promuovere e divulgare i principi della decrescita felice o di tutte quei movimenti ideologici che nella cornice valoriale e nelle pratiche proposte favoriscano la diffusione di modelli economici incentrati sul contenimento e riduzione del consumo di risorse ambientali, la riduzione dei consumi di merci a favore della produzione di beni fruibili e la loro condivisione, che favoriscano lo scambio, il riutilizzo, la solidarietà, la valorizzazione delle tipicità locali e la conoscenza delle tradizioni, la localizzazione delle economie e supporti programmi e azioni volti ad abolire lo sfruttamento umano in aree depresse del mondo favorendo un commercio equo e solidale.
c) farsi  altresì parte diligente nell’organizzazione reti di consapevolezza aderendo e diffondendo le iniziative di altre realtà, enti e associazioni culturali ai fini della condivisone di percorsi comuni e al reciproco supporto
d) favorire la conoscenza e l’utilizzo di pratiche orientate alla preservazione dell’ambiente e delle risorse naturali, delle relazioni, delle culture e dei beni storico-artistico-culturali.
e) promuovere iniziative, quali incontri, seminari, spettacoli, corsi, laboratori e tutte le attività creative e aggreganti per avvicinare ai temi della decrescita felice, della sostenibilità, del vivere secondo pratiche di solidarietà, condivisione e integrazione sociale, del consumo consapevole, del benessere psico-fisico naturale e dell’economie possibili.
f) organizzare contatti e scambi di esperienze tra individui, privati cittadini, organizzazioni, associazioni, movimenti e qualsiasi organizzazione condivida gli scopi qui indicati consentendo così di accrescere l’opportunità di diffusione del pensiero green.
g) collaborare con enti, federazioni, associazioni od iniziative, nazionali ed internazionali, di interesse per l’Associazione WE FEEL GREEN!
h) favorire le relazioni tra i soci e lo scambio di opinioni e informazioni quale antica forma di crescita e sviluppo
i) promuovere lo sviluppo del territorio in cui opera e dei territori geograficamente e culturalmente limitrofi.
j) attuare tutte le iniziative di comunicazione, locali e sovra-locali, ritenute utili a promuovere le proprie attività e i propri obiettivi utilizzando in special modo gli strumenti del web, i social network, le potenzialità dei sistemi di aggregazione web, le community tematiche, i portali, i blog, ecc.
k) partecipare a iniziative di Terzi, pubblici o privati, coerenti con gli obiettivi di cui sopra.

Articolo 3  IL PATRIMONIO
Il patrimonio sociale è costituito dalle quote dei soci e da tutti quei beni che – a qualsiasi titolo – sono di proprietà dell’Associazione.

Articolo 4  LA SEDE
La sede dell’Associazione è stabilita presso la sede della Business World di A. Santopietro & C. Snc, in Verbania – Via Rigola, 27.

Articolo 5 LE REGOLE SULL’ORDINAMENTO INTERNO

Gli organi dell’Associazione sono:
 l’Assemblea dei soci
 il Consiglio Direttivo
 il Presidente

5.1 L’Assemblea
L’Assemblea è formata da tutti gli associati ed è convocata dal Presidente. Per la validità della sua costituzione e delle sue delibere in prima convocazione è necessario che siano presenti o rappresentati almeno la metà degli associati e le delibere saranno prese a maggioranza dei voti dei presenti.
Nel caso di seconda convocazione, l’Assemblea sarà valida qualunque sia il numero dei soci o dei voti e delibererà sempre a maggioranza semplice.
Per le delibere concernenti le modifiche dello Statuto sarà tuttavia necessario il voto favorevole di almeno due terzi degli associati.
L’Assemblea si riunirà almeno due volte all’anno.
Spetta all’Assemblea deliberare in merito a:
– approvazione del bilancio preventivo e consuntivo;
– nomina del Consiglio Direttivo;
– approvazione modifiche dello Statuto e di eventuali regolamenti;
– ogni altro argomento che il Consiglio Direttivo intenda sottoporle.

Le delibere dell’Assemblea verranno trascritte in apposito verbale.

L’Assemblea è convocata, almeno otto giorni prima della riunione, mediante comunicazione scritta inviata tramite lettera, oppure inoltrata tramite telefax o posta elettronica con il consenso degli interessati. In caso di urgenza la convocazione potrà essere fatta mediante invio di telegramma inoltrato almeno due giorni prima della data prevista per la riunione.
Ciascun associato ha diritto ad un voto. Ogni associato può farsi rappresentare da altro associato. Tuttavia nessun associato può rappresentare più di altri due associati.

5.2 Il Consiglio Direttivo
L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo eletto dall’Assemblea, composto da un numero variabile tra cinque e sette membri scelti tra gli associati, i quali dureranno in carica tre anni e sono rieleggibili. Il Consiglio direttivo delibera, con il voto favorevole della metà più uno di essi. In caso di parità il voto del Presidente è determinante per la decisione.
Il Consiglio Direttivo:
– sovrintende all’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;
– si occupa dell’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, secondo le linee stabilite dall’Assemblea;
– stabilisce la quota annuale di partecipazione all’Associazione;
– intraprende le iniziative volte al perseguimento delle finalità sociali;
– sottopone all’approvazione dell’Assemblea il bilancio annuale nonché una relazione sull’attività svolta e programmatica;
– delibera l’ammissione e l’eventuale esclusione degli associati.

L’esclusione degli Associati è pronunciata dal Consiglio Direttivo con delibera motivata contro gli associati:
a) che non osservano lo Statuto e le deliberazioni degli organi dell’Associazione;
b) che non eseguono in tutto o in parte il versamento delle quote sociali;
c) che non adempiono i doveri inerenti alla qualità di associato o gli impegni assunti verso l’Associazione.
Tale provvedimento dovrà essere comunicato all’Associato dichiarato escluso il quale, entro trenta giorni da tale comunicazione, può ricorrere all’Assemblea mediante raccomandata inviata al Presidente dell’Associazione.

I membri del Consiglio Direttivo nominano tra loro un Presidente, un Vice Presidente e un Segretario, i quali rivestono tali cariche anche nei confronti dell’Assemblea.
Il Segretario redige il Verbale dell’Assemblea di concerto con il Presidente e cura l’apposito libro verbali. Il Segretario ha la funzione di tesoriere dell’Associazione.
Il Presidente ha la firma sociale per le operazioni finanziarie dell’Associazione in esecuzione delle deliberazioni adottate dagli organi della stessa.
Il Consiglio Direttivo deve riunirsi almeno due volte all’anno: entro il 30 aprile e il 31 dicembre di ogni anno per sottoporre all’Assemblea per l’approvazione rispettivamente il bilancio consuntivo relativo all’anno precedente e il bilancio preventivo dell’anno successivo.
Le riunioni sono considerate valide con la presenza di almeno quattro consiglieri fra i quali sia il Presidente o il Vice Presidente.
Il bilancio consuntivo deve restare depositato in copia presso la sede dell’Associazione durante i quindici giorni che precedono l’Assemblea e fino alla data di approvazione. Gli associati possono prenderne visione.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente, almeno otto giorni prima della riunione, mediante comunicazione scritta inviata tramite lettera, oppure tramite telefax o posta elettronica con il consenso degli interessati. In caso di urgenza la convocazione potrà essere fatta mediante invio di telegramma inviato almeno due giorni prima della data prevista per la riunione.

5.3 Il Presidente
Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’ente di fronte ai terzi e in giudizio e dà esecuzione alle delibere del Consiglio Direttivo. È facoltà del Presidente delegare alcune funzioni al Vice Presidente e ai membri del Consiglio Direttivo.

Articolo 6 LE CONDIZIONI PER L’AMMISSIONE DEGLI ASSOCIATI, LORO DIRITTI ED OBBLIGHI

6.1 Oltre ai soci fondatori, possono associarsi:
– liberi cittadini che condividano gli scopi associativi, (SOCI ORDINARI)
– imprese, associazioni, istituti nazionali ed esteri che svolgano attività correlati agli scopi dell’associazione (SOCI SOSTENITORI)

6.2 L’ammissione dei soci ordinari avviene su richiesta dei candidati e su di essa decide il consiglio direttivo. Il consiglio può altresì ammettere tra i soci ordinari candidati con posizioni professionali e qualifiche diverse, purché condividano gli scopi dell’associazione. Il consiglio decide infine sull’ammissione di soci sostenitori italiani ed esteri quali imprese, associazioni, istituti che svolgano attività correlate agli scopi dell’associazione.

6.3 Tutti i soci si ritengono obbligati:
– ad osservare il presente Statuto nonché le deliberazioni adottate dagli organi dell’associazione;
– a partecipare alle attività dell’Associazione;
– a versare, entro la fine del mese di Febbraio di ogni anno, la quota annuale di rinnovo stabilita dal Consiglio Direttivo, pena il decadimento dell’Associazione.
Gli associati vengono ammessi all’Associazione senza limiti di tempo.
Il recesso dall’Associazione può avvenire in ogni momento; la dichiarazione di recesso deve essere comunicata per iscritto al Consiglio Direttivo ed ha effetto immediato.

6.4 La qualifica di socio o associato si perde:
 per dimissioni;
 o per mancato pagamento della quota associativa nei termini stabiliti dal
 consiglio direttivo;
 per radiazione, a seguito di comportamenti gravemente lesivi del prestigio dell’Associazione o di gravi violazioni dello statuto.
La radiazione è deliberata dal consiglio direttivo a maggioranza assoluta.
La deliberazione è comunicata dal presidente dell’associazione a mezzo raccomandata A.R.
La perdita della qualifica di socio non dà diritto al rimborso della quota associativa già versata.

6.5 Le quote associative sono fissate anno per anno dal consiglio direttivo.

Articolo 7 IL PATRIMONIO
Il patrimonio sociale è costituito:
 dalle quote sociali;
 contributi volontari dei soci;
 contributi di Enti Pubblici ed altre persone fisiche e giuridiche;
 eventuali donazioni e lasciti;
 entrate per servizi prestati dall’Associazione: mostre, ricerche, convegni, iniziative promozionali, cicli di lezioni e quant’altro possa promuovere la cultura del territorio.

Articolo 8 SCIOGLIMENTO
L’Associazione si estingue:
 quando il patrimonio è divenuto insufficiente rispetto agli scopi;
 per le altre cause  di cui all’art. 27 c.c.
In caso di estinzione l’Assemblea delibererà in merito alla devoluzione del patrimonio residuo ad organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

Articolo 9 UNITA’ TERRITORIALI
A livello territoriale possono essere costituiti dei gruppi di lavoro regionali, finalizzati all’attività dell’associazione e senza autonomia amministrativa per la gestione dei soci. Le norme che regoleranno la vita di tali gruppi devono essere approvate dal consiglio direttivo e non potranno essere in contrasto con il presente statuto. Il rappresentante di ogni gruppo di lavoro regionale partecipa alle riunioni del consiglio
direttivo a titolo consultivo.

Articolo 10 ALTRE DISPOSIZIONI
Tutte le cariche sociali hanno la durata di tre anni e sono gratuite, salvo l’eventuale rimborso delle spese preventivamente autorizzate dal Presidente.
Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si fa riferimento alle norme del codice civile e le leggi in materia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...