Il pensiero

Non c’è felicità senza cambiamento.

Cambiamento di visione, di valori, del modo di guardare a noi e a cosa vogliamo essere. Se pensiamo alle nostre vite e ai nostri percorsi, troveremo almeno una decina di cose fatte nell’illusione che fossero per la nostra felicità e il nostro benessere ma così non si sono poi rivelate. Non si tratta più di scelte individuali. Dilaga una falsa idea di benessere e questo crea grandi frustrazioni.  L’uomo ritornerà ad essere parte del tutto. Ci serve poco per stare bene.

Il problema da affrontare è cosa sia “poco”- Poco non può includere l’inutile.

Possiamo “fare la nostra parte” per rispettare, preservare il pianeta, la natura e le sue risorse esauribili, le persone e le relazioni, per favorire la cultura, i processi di aggregazione per diffondere il bello, l’arte e la conoscenza del territorio e delle tradizioni, e in questo trovare il nostro benessere, forse la felicità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...